Chi sono

Jules e Jim (Jules et Jim)Non un esperto, ma un semplice appassionato. Convinto che il grande cinema non abbia età, che è un po’ come dire che i veri classici del grande schermo sono i film che non invecchiano mai, quelli che riteniamo sempre attuali. Perciò accanto a capolavori recenti come Il pianista e Million Dollar Baby, ecco opere di Renoir e Fellini, Kubrick e Bergman, Chaplin e Kurosawa. E di tanti altri ancora.

Anche la classifica che ho compilato in seguito a lunghe riflessioni è frutto del gusto personale di un semplice appassionato, non di un critico. Di conseguenza l’unico criterio davvero costante che la informa è l’onestà di giudizio. Anche per questo ho cercato di non trascurare alcuni generi a vantaggio di altri e di dare spazio anche a tradizioni differenti da quelle europea e hollywoodiana. E poi va da sé: non può che essere personale, incompleta e perfettibile. D’altra parte, se l’ordine in cui ho disposto i film è di certo discutibile (e suscettibile di mutamenti), sono convinto che la classifica raccolga capolavori imperdibili del grande schermo. Ogni commento, segnalazione e suggerimento che mi La battaglia di Algeriverrà fornito sarà una gradita occasione per migliorare questa lista.

Le recensioni che trovate sul sito non intendono essere esaustive, ma soltanto offrire qualche spunto per vedere e rivedere film irrinunciabili.

Tutte le immagini presenti sul blog, a bassa risoluzione, hanno l’unico scopo di meglio illustrare le recensioni. http://it.paperblog.com/

Buona visione!!!

Giorgio Berruto

6 risposte a Chi sono

  1. Sandro ha detto:

    Perché KUbrick viene indicato due volte come USA e quattro volte come UK?
    Mi piacerebbe leggere un tuo commento su “Nuovo cinema Paradiso” di Tornatore

    Mi piace

    • giorgioberruto ha detto:

      Le sigle si riferiscono al Paese di produzione del film (con qualche approssimazione, visto che spesso i film sono esito di coproduzioni). Così, per esempio, “C’era una volta in America” è un film americano e, anche se è stato diretto da Sergio Leone, rientra nella categoria “USA”, a differenza degli altri lavori dello stesso regista.

      Mi piace

  2. Sandro ha detto:

    Le tue recensioni sono state per me sempre molto stimolanti. mi hanno fatto conoscere tanti film bellissimi e fatto cogliere aspetti a cui non avevo pensato. Le tue osservazioni stimolano e aiutano a sviluppare uno sguardo capace di cogliere la molteplicità e la ricchezza. Per questo grazie di cuore! Chiara

    Mi piace

  3. Annadora ha detto:

    Qualcuno mi ha detto di dare un occhio a questo blog.
    Premettendo che di cinema sono proprio una frana, sono rimasta colpita.
    Leggendo e dando uno sguardo qua e là nelle pagine, rifletto e penso.
    Ognuno di Noi a un qualcosa Dentro che ci permette di fare e scrivere e comunicare e dare agli altri un di più. Tu, Giorgio mi hai dato quel di più oggi. Sei riuscito a trasformare una TUA passione in qualcosa di Unico, Nuovo ma soprattutto Tuo.
    Mi viene in mente una frase ( dal film P.S. I love you) che ora non ricordo perfettamente ma citava più o meno così: ” Io sono nata per creare, creare qualcosa di nuovo e sarà fatta e ti conoscerai un po’ di più…quello sarai tu nel mondo..”
    grazie Giorgio
    Annadora 🙂

    Mi piace

  4. marco1946 ha detto:

    Ti scopro ora, collega blogger
    bravo
    noto (con piacere) che hai messo L’ULTIMO SPETTACOLO di Bogdanovich e L’UOMO CHE UCCISE LIBERTY VALANCE di Ford tra i tuoi preferiti
    a presto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...